Il “Digital Food Marketing”: così stanno cambiando le abitudini dei consumatori

Quando, nel 2015, i fratelli Francesco e Mattia Cozzetto crearono Dominanza Digitale, società sinonimo di Performance Marketing, non immaginavano – come tutti, d’altronde – lo tsunami che sarebbe arrivato cinque anni dopo.

La loro idea era quella di conquistare il web mettendo a disposizione delle imprese strumenti adatti per promuovere il brand per raggiungere traguardi importanti. Infatti, hanno customizzato un metodo di marketing e comunicazione che permette la crescita del brand identity. Poi è arrivato il Covid e negli uffici di Roma e di Milano di Dominanza Digitale si è cominciato ad analizzare come è cambiato il modo di pensare del consumatore nell’ultimo anno e mezzo a causa, appunto, della pandemia. 

E, a questo punto è Francesco Cozzetto, che della struttura è project manager, a raccontare che “il consumatore ha modificato molto le sue esigenze e abitudini; tant’è che oggi pretende velocità, libertà di scelta, vuole avere la possibilità di valutare, sfogliare il menù dal sito del ristorante, magari prenotare il tavolo con un click o ordinare tramite una app. Il valore del brand è quello percepito dal consumatore, che si sente il protagonista; le sue opinioni e recensioni, positive o negative che siano, hanno un peso non indifferente per qualsiasi attività commerciale”

Questo è senz’altro uno dei motivi che dovrebbero convincere ristoratori e altri imprenditori del settore food ad investire nel digital food marketing, partendo proprio dalle necessità del nuovo consumatore/cliente. Perché, secondo Cozzetto “il valore del brand e dei prodotti viene reso credibile da una figura molto importante nel digital food, il food-influencer, capace di raccontare la qualità dei piatti”. E, sono proprio i food-influencer le figure di spicco che collaborano sui progetti food con Dominanza Digitale che si occupa di incremento di fatturato mediante la digitalizzazione delle aziende-pmi, liberi professioni, aziende corporate. Il “Metodo Dominanza” dà particolare attenzione ai social media, che oggi hanno rivoluzionato il modo di comunicare, ma anche di vendere. Tant’è che Dominanza Digitale oltre ai contest e alle campagne innovative, per il settore del food collabora con foodinfluencer importanti come Unastellaincucina, Meschini_chef , Ilcontefoodblogger, fedefashionfood, ecc. Facciamo due domande a Francesco Cozzetto per conoscere meglio le strategia di Dominanza Digitale.

Ci spiega cos’è Digital Food Marketing?
“Si tratta di un sistema integrato di attività, strategie di marketing e posizionamento digitale , finalizzato a fidelizzare i propri clienti, raggiungere e acquisire prospect, creare o rafforzare la brand reputation, incoraggiare il passaparola organico”.

Quali sono le strategie vincenti in una campagna di Food Marketing?
“Sicuramente bisogna investire sui propri canali social, Facebook, Instagram e Google, curando lo storytelling del brand e i temi riguardanti i prodotti di spicco e affidarli ai foodinfluencer che danno testimonianza della loro qualità. Il nuovo pubblico si acquisisce attuando attività di advertising targetizzato, campagne digitali rivolte a profili realmente interessati, cosi da far atterrare il follower/possibile customer sul sito ecommerce. In Dominanza abbiamo attuato le strategie indicate per aumentare le performance marketing di ristoranti e aziende leader di food come FaLuCioli o Castroni. Ad oggi, per arrivare ad avere un forte reputazione nel settore food, si deve investire nel digital marketing e affidarsi a specialisti del settore”.

Marco Meschini

E, a questo punto arriva l’esperienza del food influencer Marco Meschini di meschini_chef, che dice “fare il food Influencer oggi non lo considero un semplice lavoro, ma una grande responsabilità. Negli ultimi anni c’è stata una grande attenzione per il mondo food. Cerco sempre di trasmettere l’attenzione per la qualità dei prodotti. Non si tratta solo di creare ricette, ma di riuscire a trasmettere l’importanza del mangiare bene. 

L’alimentazione ha un ruolo fondamentale per la salute delle persone per questo non va trascurata. Mi guardano molte persone e mi sento in dovere di insegnare alle persone come scegliere i prodotti che poi andranno a mangiare, prediligendo il locale e il Made in italy, soprattutto in questo periodo così delicato”. 

E, aggiunge, che “Dominanza per me è stata innanzitutto una grandissima scoperta. Una grande “famiglia” dove, nel lavoro, nulla è lasciato al caso. Insieme, adesso, stiamo studiando dei piani di marketing per permettere di conoscere un po’ di più il cibo e tutto quello che gli ruota intorno. Selezioniamo infatti aziende e prodotti in linea con le nostre filosofie. Stiamo affrontando questi progetti con il massimo impegno e sono sicuro che, una volta iniziati, non riuscirete a scordarvi di dominanza food! Che si prospetta come una delle realtà più valide per tutto il mondo food”.